Scorcia Alessandra

SCORCIA ALESSANDRA

Scorcia-Alessandra-Docente-Grafologia-Asergraf
Scorcia-Alessandra-Docente
ALESSANDRA SCORCIA

P.ZZA DUCA DEGLI ABRUZZI, 66 – 65123 PESCARA (PE)
Telefono ********
E-mail: ales.scorcia@gmail.com            alessandra.scorcia@pec.it

nata 09/10/1986

Esperienze lavorative

Presso il Provveditorato Regionale del Lazio, Abruzzo e Molise – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – Ministero della Giustizia
Progetto “Grafologia giudiziaria e familiare: un approccio integrato per il benessere della persona detenuta” (43 ore): il percorso formativo è stato finalizzato alla ripresa e al consolidamento dei fondamenti teorici della scienza umana grafologica, già forniti nel precedente corso condotto nel 2016. Successivamente l’analisi grafologica è stata applicata all’ambito giudiziario, dopo aver puntualizzato i fondamenti teorici di tale settore d’indagine, quali la personalità deviante, gli scompensi psichici, le categorie grafologiche rilevanti la disintegrazione. A tali presupporti teorici, è seguita la dettagliata analisi di grafie di persone detenute fornite dalle Case Circondariali coinvolte, al fine di fornire l’opportunità, tramite esercitazioni guidate, di accostarsi gradualmente all’applicazione di tale tecnica d’indagine psicologica e trattamentale per il benessere del detenuto. Inoltre l’analisi grafologica è stata estesa alla sfera familiare del detenuto, affinché venissero estrapolate ed esaminate le dinamiche intrafamiliari e pertanto migliorate nell’ottica di una positiva e fruttuosa genitorialità.

Presso il Provveditorato Regionale del Lazio, Abruzzo e Molise – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria – Ministero della Giustizia
Progetto “La Grafologia ed i tratti di personalità: un approccio integrato per la conoscenza di sé” (20 ore): il percorso formativo è stato finalizzato all’acquisizione dei principi generali della grafologia morettiana, della simbologia spaziale, della teoria dei quattro temperamenti. Sono stati inoltre analizzati i tratti di personalità, la cui spiegazione è stata supportata da considerazioni di carattere psicologico e grafologico (elementi teorici ed esemplificazioni grafologiche). È stata poi introdotta la grafologia giudiziaria, con elementi teorici, analisi e studio guidati di grafie fornite dalle Case Circondariali, i cui casi si sono dimostrati di difficile approccio trattamentale.

Pubblicazione del capitolo “Agostino Bonanotte”: uomo dalla poliedrica personalità e poeta elegiaco ante litteram”, confluito nel volume di A. Caruso, L’Arciprete Agostino Bonanotte di Capracotta. Dalla microstoria alla macrostoria, Ascoli Piceno, Artificio Edizioni, 2016.
La pubblicazione ha previsto l’analisi di personalità, secondo il metodo grafologico morettiano,
della scrittura storica di Agostino Bonanotte, un personaggio che ha rivestito importante cariche
ecclesiastiche e ha contribuito all’unificazione dell’Italia. Inoltre è stata tradotta e commentata
l’elegia funebre da lui composta, rinvenuta in un manoscritto che riporta le sue memorie, nonché
la sua grafia.

Docente a tempo indeterminato di italiano e latino (classi di concorso
A052 e A043) presso l’Istituto Paritario “E. Ravasco” – Pescara

Consulente grafologo in ambito peritale e nell’analisi di personalità
Iscritta presso il Tribunale di Pescara al n. 2797 dell’albo dei CTU e al n. 2796 dell’albo dei periti
in materia penale.

Assistenza allo studio rivolta a studenti universitari e della scuola secondaria nelle lingue classiche (latino e greco), lingua e letteratura italiana.
L’attività di assistentato prevede aiuto e supporto agli studenti universitari dell’Università “G. d’Annunzio” nella preparazione degli esami di Letteratura latina, e agli studenti della scuola secondaria nelle lingue classiche (latino e greco), nella lingua e letteratura italiana. Agli studenti viene fornito un servizio di orientamento per gli studi universitari e per il post-laurea attraverso l’analisi grafologica, che permette di evidenziare e potenziare le capacità e attitudini individuali.

Progetto di ricerca nel Dipartimento di Scienze dell’Antichità presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” – Chieti
Il progetto di ricerca ha previsto lo studio di un testo a stampa inedito in spagnolo della metà del XVII sec., scoperto nell’archivio della Biblioteca comunale “Vincenzo Balzano” di Castel di Sangro – Aq. Il testo, che tramanda un inedito itinerario di Terra Santa, è stato tradotto dallo spagnolo all’italiano, e commentato in una duplice prospettiva, storica e geografica. Il lavoro è stato recentemente pubblicato nel testo: A. Caruso – A. Scorcia, Storia e Geografia di un pellegrinaggio. Terra Santa e Antonio de Castillo, Pescara, Edizioni Tracce, 2012.
Alla pubblicazione è stato conferito il Premio Letterario Nazionale “Histonium 2013” per la
sezione saggistica.
Il lavoro svolto prevedeva una traduzione ermeneutica dallo spagnolo della metà del XVII sec. in italiano, il conferimento di una maggiore di una maggiore fruibilità alla traduzione, attualizzandola linguisticamente, pur nel rispetto dell’originale.
Poi ci si è occupati di vagliare le fonti storiche ed agiografiche in merito agli itinerari di Terra Santa, di avanzare ipotesi che spiegassero il ritrovamento del testo a Castel di Sangro, poiché le copie dell’itinerario si trovano, in maggioranza, a Madrid e nella Biblioteca Francescana a Gerusalemme; la congettura è stata poi suffragata con l’ausilio delle fonti.
Sono stati ricostruiti gli itinerari di Terra Santa, con particolare attenzione a quelli che attraversavano l’Abruzzo. Sono stati analizzati i luoghi notevoli della Terra Santa, citati nel testo, e studiati sotto il profilo storico e geografico, intracciandoli negli attuali agglomerati urbani e evidenziando quanto oggi si vede dei centri di culto e dei villaggi descritti nel XVII sec.

Attività o settore: Traduzione ermeneutica dallo spagnolo del XVII sec. in italiano corrente,
studio delle fonti riguardo gli itinerari di Terra Santa, le storie locali che sono confluite nei vangeli
apocrifi, studio storico e geografico dei luoghi notevoli della Terra Santa citati nel testo e di come
essi si presentano attualmente, ricerca storica e geografica.

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Corso di aggiornamento “Grafopatologia in ambito giudiziario” – Centro internazionale di Grafologia medica Facoltà Teologica “S. Bonaventura” – Roma.

Tirocinio Formativo Attivo – TFA II Ciclo per le classi di insegnamento
A052, A051, A050, A043 presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” – Chieti

Master 2 – Richerche in Logique Philosophie Histoire et Sociologie des Sciences (LOPHISS) – Université Paris 7 “Denis Diderot” – Recherche in Storia e Filosofia della Scienza
La tesi sperimentale ha previsto l’edizione critica del De Spiralibus, tradito nel codice Riccardiano 106, che reca in parte la mano di Piero della Francesca, collazionato con il codice Par. Nouv. acq. Lat. 1538, capostipite della tradizione dell’Archimede latino, e con l’Urb. Lat. 261, il diretto antigrafo trascritto da Francesco dal Borgo di Sansepolcro.
 Introduzione alla Filosofia della scienza; Scienze matematiche; Storia e Filosofia della Matematica, Metodi in Storia della scienza; Scienze, Tecniche e Società; Sociologia della scienza; Filosofia della Matematica; Corso di lingua francese scritta e parlata.

Corso di aggiornamento “La grafologia morettiana: sviluppare i germi di
futuro presenti negli insegnamenti del maestro”
Istituto Grafologico Internazionale “G.. Moretti” – Urbino. Il corso ha trattato e approfondito i seguenti temi: “Attualità in perizia grafica”, “Le basi irrinunciabili e le ipotesi di ricerca per una grafologia della persona”, “I principi morettiani e le necessità attuali per la valorizzazione personale e professionale dell’individuo”, “Grafologia delle relazioni e della Consulenza familiare”, “Grafologia pedagogica”.

Diploma di Laurea Triennale in Grafologia – Specializzazione in Grafologia Peritale – Scuola Triennale di Studi Grafologici “A. S. e R. Graf. Associazione Studi e Ricerca Grafologica” Padova – Pescara.
Nella tesi sperimentale, intitolata “Tremore naturale e artificioso”, ci si è proposti di analizzare uno dei temi cardine in grafologia, soprattutto per le implicazioni in perizia: il tremore. Ne è stato fornito un quadro esaustivo in merito alla sua definizione e classificazione, è stata esaminata la fisiopatologia del tremore, con particolare approfondimento delle patologie più comuni che se sono la causa: il morbo di Parkinson, i parkinsonismi, con un inedito studio sulla Lewy Body Dementia (LBD), e la malattia di Alzheimer. Sono state riportate le attuali teorie di grafologia patologica in merito. Con la collaborazione del reparto di Neurologia del Policlinico Universitario
“SS. Annunziata” – Chieti, sono state raccolte scritture di pazienti affetti da tali patologie, sono state analizzate e catalogate, al fine di mostrare esemplificazioni pratiche delle tipologie di tremore, e successivamente confrontate con i tremori artificiosi presenti nei testamenti apocrifi.
Sono state svolte numerose esercitazioni peritali su: dissimulazione, imitazione, falsificazione, anonime, testamenti, firme e sigle. Sono state inoltre effettuate 7 (sette) perizie complete al fine di sostenere l’esame finale.
 Teoretica della Grafologia Peritale – Giudiziaria, Metodologia della Consulenza Peritale -Giudiziaria, Tecnica Peritale, Legislazione, Analisi Grafologiche I, Analisi Grafologiche II, Grafologia Generale I, Grafologia Generale II, Psicologia Generale I, Psicologia Generale II, Neuropsicofisiologia, Storia della Grafologia, Grafologia Comparata.

LM – 15 Classe delle Lauree Magistrali in Filologia, Letterature e Storia dell’Antichità, indirizzo corso generico, presso l’Università degli Studi “G.d’Annunzio” Chieti – Pescara.

Il titolo della tesi discussa è: “Il De Spiralibus di Archimede tradotto da Iacopo da San Cassiano”. Con questo lavoro di tesi, è stata approntata l’edizione critica dell’inedita traduzione latina umanistica del De Spiralibus di Archimede. Ci si è proposti di analizzare la traduzione latina del De Spiralibus di Archimede, realizzata da Iacopo da San Cassiano. L’opera è tradita nel codice Par. Nouv. acq. Lat. 1538, vergato intorno alla metà del XV sec, e conservato nella Biblioteca Nazionale di Parigi. Prove filologiche e codicologiche hanno permesso di individuare nel codice parigino il capostipite della tradizione dell’Archimede latino, che molto ha contribuito alla nascita della rivoluzione scientifica. Questo ha autorizzato a procedere ad uno studio a parte e all’analisi del De Spiralibus. Pertanto nel lavoro di tesi si è voluto fornire un quadro esaustivo in merito alla figura di Iacopo da San Cassiano, traduttore in latino del corpus archimedeo, taciuto nei codici e nella maggior parte delle fonti.
È stata poi analizzata la tradizione manoscritta dell’Archimede latino. Si è proceduto alla trascrizione dell’opera conservata nel codice parigino, fino ad ora mai stata fatta oggetto di studio. Inoltre il De Spiralibus è stato collazionato con l’editio princeps, stampata a Basilea nel 1544. Gli esiti della collazione hanno concorso a dimostrare che l’autografo è il capostipite della tradizione, poiché in esso non vi sono lectiones singulares, ma sviste che si perpetuano in tutta la tradizione. Inoltre le varianti mostrano anche divergenze nelle dimostrazioni e nelle figure geometriche presenti nel codice parigino e nell’editio princeps, poiché quest’ultima è stata esemplata su un codice revisionato dal matematico tedesco Johannes Müller da Königsberg, chiamato Regiomontano.
 Letteratura latina, Letteratura greca, Filologia classica, Filologia medievale e umanistica, Glottologia, Letteratura italiana moderna e contemporanea, Storia della critica letteraria italiana, Linguistica italiana, Storia greca, Storia romana, Storia della Americhe in età moderna, Storia della scienza, Storia dell’Archeologia classica, Storia del teatro inglese, Geografia, Laboratorio di lingua inglese.

Laurea in Lettere I Livello – Percorso Mondo Antico

5 – Classe delle Lauree in Lettere, presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti – Pescara. Il titolo della tesi discussa è: “Le fonti letterarie su Cornelio Gallo”. In questo lavoro di tesi ci si è proposti di ricostruire un quadro esaustivo della figura di Cornelio Gallo, personaggio di rilievo dell’età augustea sotto il profilo militare-civile, e personalità chiave in ambito letterario per la trasposizione dell’elegia nel mondo romano, genere originariamente greco. Sono stati rintracciati i testimonia, sia epigrafici che letterari, che riportano informazioni sulla vita,
sull’attività poetica, militare, e sulla morte. E’ stato esaminato ciò che rimane della sua produzione poetica e sono state rintracciate allusioni a tale attività presso altri autori.
 Letteratura latina, Storia della lingua latina, Letteratura greca, Storia della lingua greca, Glottologia, Filologia classica, Filologia umanistica, Letteratura italiana, Storia della lingua italiana, Storia greca, Storia romana, Storia medievale, Storia moderna, Storia della filosofia antica, Letteratura inglese, Geografia, Laboratorio di lingua tedesca.

Biotecnologie sanitarie
Presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Roma.
 Scienze matematiche, Scienze chimiche, Genetica, Genetica medica, Microbiologia, Microbiologia medica, Inglese di base, Introduzione alla teologia.

Diploma di Maturità classica
Presso il Liceo Classico “G. d’Annunzio” – Pescara. Letteratura italiana, Latino, Greco, Filosofia,Storia,Matematica, Fisica, Chimica, Inglese, Storia dell’arte.

CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI

Predisposizione al lavoro di gruppo, elevata flessibilità, spirito d’iniziativa, spiccate doti relazionali

Spiccate capacità organizzative e gestionali del lavoro autonomo e in team, acquisite durante il progetto di ricerca svolto presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio”.

Ottima padronanza e conoscenza delle lingue e letterature classiche, della lingua e letteratura italiana, della storia e filosofia della scienza.
Ottima conoscenza dell’ambiente Windows. Ottima conoscenza del pacchetto Office (Word, Excel). Buona conoscenza del linguaggio Java.

Suono del violino, passione per la musica classica e la musica lirica, piscina, corsa, yoga. Elevata affidabilità, creatività, curiosità, elasticità mentale, flessibilità, motivazione, perseveranza e tensione al risultato, problem solving.

PUBBLICAZIONI

Storia e Geografia di un pellegrinaggio, Pescara, Edizioni Tracce, 2012. Agostino Bonanotte: uomo dalla poliedrica personalità e poeta elegiaco ante litteram, Ascoli Piceno, Artificio Edizioni, 2016.

PRESENTAZIONI
19/03/2013 Istituto Italiano per gli Studi Filosofici – Napoli. 25/07/2013 Scuola Estiva di Alta Formazione, organizzata dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, presso il Museo Aufidenate – Castel di Sangro (Aq).

PROGETTI
Traduzione e studio storico e geografico di un testo inedito spagnolo della metà del XVII sec. Studio e catalogazione, sotto il profilo grafologico, del tremore dato da morbo di Parkinson, parkinsonismi, malattia di Alzheimer.

RICONOSCIMENTI E PREMI
Premio Letterario Nazionale “Histonium 2013”, sezione saggistica.

APPARTENENZA A GRUPPI /ASSOCIAZIONI
Socio fondatore dell’Associazione culturale “Polifonie d’Arte” Iscritta all’A.G.I. – Associazione Grafologica Italiana

ISCRIVITI ORA! Iscriviti online! Dismiss