A.S. e R.Graf

LA SCUOLA DI GRAFOLOGIA  CON SEDE A PADOVA E PESCARA ACCREDITATA DA

L’offerta formativa della nostra associazione comprende la scuola triennale per l’apprendimento e l’approfondimento della disciplina grafologica, corsi tematici e workshop, corsi introduttivi. 

LA SCUOLA DI GRAFOLOGIA  CON SEDE A PADOVA E PESCARA ACCREDITATA DA:

sofia_miur_lpn
agp
agi

In Primo Piano

PROGETTO FORMATIVO

Scuola TRIENNALE (Biennio più Specializzazione)

PROGETTO FORMATIVO

Il corso di durata triennale ha lo scopo di fornire conoscenze adeguate, metodi e contenuti culturali e scientifici volti al conseguimento del livello formativo per una competente professionalità nella consulenza grafologica. Il titolo conseguito è di Grafologo, il professionista che studia l’attività grafica spontanea, allo scopo di risalire alle caratteristiche individualizzanti il gesto grafico e quindi alle dinamiche caratterizzanti, in maniera unica e irripetibile, la persona. Il Grafologo opera in tutti gli ambiti propri della grafologia:consulenza individuale, familiare, professionale, per l’etàevolutiva, peritale e giudiziaria e rieducazione della scrittura.

1° Anno

Materie di base

  • Grafologia generale
  • Psicologia generale
  • Tecnica e metodologia grafologica
  • Storia della grafologia
  • Storia della scrittura e della comunicazione

2° Anno

Materie di base

  • Grafologia generale
  • Psicologia generale
  • Psicologia della personalità e delle relazioni
  • Neurofisiologia
  • Storia della scrittura e della comunicazione
  • Grafologia comparata

3° Anno

Materie di approfondimento

  • Grafologia della specializzazione
  • Esercitazioni sulla specializzazione
  • Materie connesse
Specializzazioni

Accedi ai link sottostanti per approfondire

Nessun evento trovato!

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Specializzazione Peritale

PROGETTO FORMATIVO

METODOLOGIA DELLA CONSULENZA PERITALE

Concetti preliminari:

  • Fasi di lavoro. Metodo come criterio sistematico e funzionale di procedere come integrazione ed applicazione di norme e di contenuti scientifici- criteri epistemologici in metodologia .

Fasi ed adempimenti preliminari:

  • c.t.u. in materia civile; consulenza tecnica nel procedimento penale (accertamenti del P.M.);
  • perizia grafica nel procedimento penale (Giudice monocratico, Collegio giudicante, G.I.P.);
  • nomina, incarico, quesito, inizio delle operazioni peritali;

Rapporti tra Consulenti:

  • rapporti tra C. T. U. e CC. TT. PP. in materia civile;
  • rapporti tra perito e CC. TT. PP. in materia penale;
  • collegio dei CC.TT.UU.
  • collegio dei Periti.

Esame dei documenti e dei fascicoli:

  • in materia civile e penale (accertamenti del P.M.);
  • in materia penale (incarichi del Giudice monocratico o del Collegio giudicante);

Introduzione all’analisi peritale:

  • presentazione dei documenti, stato di conservazione degli stessi, integrità, provenienza ed ogni altro elemento utile alla descrizione oggettiva;

Ispezione tecnico-strumentale: carta, inchiostri:

  • uso della lampada di Wood, degli infrarossi, del microscopio, del lettore a fibre ottiche,ecc.;

Introduzione all’analisi delle scritture in verifica:

  • criteri da seguire – scelta e sistematicità dei criteri interpretativi da seguire – linguaggio di rilevazione e di esplicitazione dei dati – ordine logico e sistematico di presentazione per la realizzazione dell’effetto dimostrativo – rilevazione della formula grafica identificatoria;

Presentazione ed analisi delle scritture di comparazione:

  • valutazione dei requisiti di idoneità – effetto dimostrativo dei dati rilevati – requisiti di confrontabilità delle grafie – confronti oggettivi tra dati omogenei – rilevazione delle diversità e delle similarità;

Conclusioni e risposte al quesito:

  • criteri epistemologici e metodologici per la deduzione delle conclusioni;

Linguaggio:

  • requisiti del linguaggio peritale – di introduzione e di presentazione, di esplicitazione dei dati, di dimostrazione oggettiva, di analisi confrontale, di deduzioni conclusive.

Fasi ed adempimenti successivi all’espletamento dell’incarico:

  • in materia civile(chiarimenti, supplemento di indagini, ecc.);
  • in materia penale (nelle diverse fasi e gradi di accertamento)

Testi di riferimento

Bruno Vettorazzo, Metodologia della perizia grafica su base grafologica, Milano, Giuffrè.

Teresa Addis, Perizia e consulenza tecnica-Aspetti giuridici, Brindisi, Giordano.

1° Anno

Materie di base

  • Grafologia generale
  • Psicologia generale
  • Tecnica e metodologia grafologica
  • Storia della grafologia
  • Storia della scrittura e della comunicazione

2° Anno

Materie di base

  • Grafologia generale
  • Psicologia generale
  • Psicologia della personalità e delle relazioni
  • Neurofisiologia
  • Storia della scrittura e della comunicazione
  • Grafologia comparata

3° Anno

Materie di base

  • Grafologia
  • Esercitazioni
  • Materie connesse
Specializzazioni

Accedi ai link sottostanti per approfondire

Altri Percorsi Formativi

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Specializzazione Educazione del Gesto grafico

PROGETTO FORMATIVO

METODOLOGIA DELLA CONSULENZA PERITALE

Concetti preliminari:

  • Fasi di lavoro. Metodo come criterio sistematico e funzionale di procedere come integrazione ed applicazione di norme e di contenuti scientifici- criteri epistemologici in metodologia .

Fasi ed adempimenti preliminari:

  • c.t.u. in materia civile; consulenza tecnica nel procedimento penale (accertamenti del P.M.);
  • perizia grafica nel procedimento penale (Giudice monocratico, Collegio giudicante, G.I.P.);
  • nomina, incarico, quesito, inizio delle operazioni peritali;

Rapporti tra Consulenti:

  • rapporti tra C. T. U. e CC. TT. PP. in materia civile;
  • rapporti tra perito e CC. TT. PP. in materia penale;
  • collegio dei CC.TT.UU.
  • collegio dei Periti.

Esame dei documenti e dei fascicoli:

  • in materia civile e penale (accertamenti del P.M.);
  • in materia penale (incarichi del Giudice monocratico o del Collegio giudicante);

Introduzione all’analisi peritale:

  • presentazione dei documenti, stato di conservazione degli stessi, integrità, provenienza ed ogni altro elemento utile alla descrizione oggettiva;

Ispezione tecnico-strumentale: carta, inchiostri:

  • uso della lampada di Wood, degli infrarossi, del microscopio, del lettore a fibre ottiche,ecc.;

Introduzione all’analisi delle scritture in verifica:

  • criteri da seguire – scelta e sistematicità dei criteri interpretativi da seguire – linguaggio di rilevazione e di esplicitazione dei dati – ordine logico e sistematico di presentazione per la realizzazione dell’effetto dimostrativo – rilevazione della formula grafica identificatoria;

Presentazione ed analisi delle scritture di comparazione:

  • valutazione dei requisiti di idoneità – effetto dimostrativo dei dati rilevati – requisiti di confrontabilità delle grafie – confronti oggettivi tra dati omogenei – rilevazione delle diversità e delle similarità;

Conclusioni e risposte al quesito:

  • criteri epistemologici e metodologici per la deduzione delle conclusioni;

Linguaggio:

  • requisiti del linguaggio peritale – di introduzione e di presentazione, di esplicitazione dei dati, di dimostrazione oggettiva, di analisi confrontale, di deduzioni conclusive.

Fasi ed adempimenti successivi all’espletamento dell’incarico:

  • in materia civile(chiarimenti, supplemento di indagini, ecc.);
  • in materia penale (nelle diverse fasi e gradi di accertamento)

Testi di riferimento

Bruno Vettorazzo, Metodologia della perizia grafica su base grafologica, Milano, Giuffrè.

Teresa Addis, Perizia e consulenza tecnica-Aspetti giuridici, Brindisi, Giordano.

Altri Percorsi Formativi

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Specializzazione Aziendale

PROGETTO FORMATIVO

Grafologia AZIENDALE

Rielaborazione delle combinazioni in relazione alle attitudini:

  • Attitudini, motivazioni,interessi
  • Aspetti intellettivi e temperamentali
  • Abilità e tendenza
  • Persona
  • Temperamento
  • Professione.

Mansioni nell’Industria e Libere professioni:

  • Il problema Risorse Umane
  • Conoscenza dei ruoli e delle posizioni lavorativo
  • Settore produttivo
  • Settore amministrativo
  • Settore commerciale
  • Settore tecnico
  • Dirigenza e managerialità
  • Libere professioni
  • Resistenza – stress- polivalenza- mobilità.

Indicazioni metodologiche per l’Analisi:

  • Momento pre-grafologico-grafologico-applicativo
  • Integrazione e adattamento all’ambiente
  • Colloquio grafologico ad integrazione
  • Improvvisazioni sulla scrittura
  • Pericoli
  • Genericità – Esagerazione- Ambiguità – artificiosità – Incoerenza
  • Problematiche deontologiche
  • Criteri di deontologia professionale per orientatori e consulenti
  • La comunicazione in Azienda e nei gruppi.
  • Analisi attitudinali per Aziende ( metodologia e applicazioni pratiche).

Testi di riferimento

  1. Moretti, Facoltà intellettive e attitudini professionali in grafologia
  2. Torbidoni, Problemi della grafologia applicata all’Orientamento professionale
  3. Millevolte, La scrittura, EBC Trieste 1991
Esercitazioni grafologiche per l’orientamento e la consulenza professionale

Il Corso ha lo scopo di consentire ad ogni studente l’apprendimento delle tecniche e delle specifiche metodiche grafologiche applicate all’orientamento scolastico e/o professionale e alla consulenza aziendale al fine di poter operare nel campo dell’orientamento e della valutazione delle “risorse umane”.

Altri Percorsi Formativi

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Specializzazione Familiare

PROGETTO FORMATIVO

GRAFOLOGIA DELLA CONSULENZA FAMILIARE E DI COPPIA

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire agli studenti, attraverso l’indagine grafologica, un’adeguata preparazione per la conoscenza della complessa realtà dei rapporti di coppia e familiari, al fine di giungere progressivamente all’acquisizione delle necessarie competenze teoriche e grafologiche. Tale studio sarà accompagnato da costanti riferimenti a esemplificazioni pratiche, tramite l’analisi grafologica, di rapporti e problematiche di coppia, e all’interno di realtà familiari tra genitori e figli.

Principali argomenti:

  • Ambiti di applicazione della grafologia familiare: dall’analisi della compatibilità di coppia fino allo studio delle dinamiche inerenti il sistema familiare.
  • Possibilità e limiti dell’analisi grafologica ad indirizzo familiare.
  • Criteri generali e metodologici; considerazioni interdisciplinari sulla realtà della famiglia.; psicologia, sociologia e grafologia a confronto.
  • Caratteristiche della grafologia familiare, sue peculiarità e differenze rispetto agli altri ambiti di applicazione.
  • Importanza dello studio: delle dinamiche psicologiche che attivano la risposta affettiva e le scelte di coppia.
  • Analisi dei pregi e limiti delle possibili somiglianze e differenze di tratti all’interno del rapporto di coppia
  • Conoscenza teorica delle diverse fasi che attivano e caratterizzano le relazioni di coppia e familiari; incontro, innamoramento, amore, motivazioni e ruoli all’interno dei rapporti.
  • Approfondimento dei principali tratti intellettivi e temperamentali della personalità: vitalità, emotività e sensibilità; ricettività e risposta comportamentale nei confronti delle diverse sollecitazioni affettive e sessuali; tendenze e motivazioni profonde; dinamiche coscienti e inconsce.
  • Stili di dialogo e relative modalità di interazione; comunicazione verbale e non verbal; espressione delle emozioni, sentimenti, sessualità; capacità di ascolto e comprensione dell’altro; capacità di crescita e di superamento delle crisi e delle diverse fasi del ciclo vitale.
  • La crisi di coppia come opportunità di crescita. Considerazioni grafologiche e psicologiche

Testi di riferimento:

  1. Massi, Personalità e grafologia, Ed. Aipac, Pesaro, 2004.
  2. Palaferri, Tipologia, caratterologia e grafologia, Libreria “G. Moretti”, Urbino, 1999.

Altri testi e letture di approfondimento verranno segnalati durante le lezioni.

Il corso prevede l’analisi delle dinamiche di coppia e della famiglia attraverso lo studio dei vari momenti  del ciclo vitale dei protagonisti:

  • Segni grafologici e disposizioni affettive e sessuali
  • Identità di genere e ruolo
  • Jung: corrispondenze grafologiche
  • Freud: gli stadi psicosessuali e le corrispondenze grafologiche
  • Meccanismi di difesa e scrittura
  • Comunicazione e relazione
  • L’approccio sistemico in grafologia

Testi di riferimento

  1. Zucchi (1993), Sistema familiare e grafologia, Roma.

Altri testi segnalati durante il corso

ESERCITAZIONI GRAFOLOGICHE PER LA CONSULENZA FAMILIARE

Gli incontri sono impostati su esercitazioni inerenti a coppie e a sistemi familiari ove si tengono particolarmente presenti e vengono approfondite le seguenti tematiche:

  • Grafologia della personalità in ordine alla consulenza di coppia
  • Caratteristiche intellettive generali
  • Vitalità e stili espressivi
  • Comunicazione e capacità di dialogo
  • Motivazione nella relazione
  • Caratteristiche del sentimento
  • Dall’innamoramento alla coppia
  • Adattamento, comprensione, empatia
  • Percezione dei bisogni del partner
  • Tono ed espressività delle emozioni
  • Intensità e qualità della sessualità psicofisica
  • Sessualità ed identità sessuale
  • Variabilità ed evoluzione grafica

Testi di riferimento

  1. Palaferri, Dizionario grafologico, Urbino, Istituto grafologico.
  2. L.Torbidoni L.Zanin, Grafologia Testo teorico-pratico, Brescia, La Scuola.
  3. F.Carbonari, Metodologia grafologica in consulenza familiare, ( dispense Urbino).
  4. Zucchi (1993), Sistema familiare e grafologia, Litotip 82, Roma.

Altri Percorsi Formativi

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Specializzazione Età Evolutiva

PROGETTO FORMATIVO

Il corso si propone di guidare lo studente nell’acquisizione della tecnica e della metodologia per l’individuazione e la valutazione delle caratteristiche intellettive, affettive e temperamentali di soggetti in età evolutiva, sulla base del metodo morettiano.

Verrà fatto particolare riferimento alle seguenti problematiche:

  1. Analisi grafologica di personalità in età evolutiva (tendenza, abilità, attitudine, intelligenza e sentimento); il contesto grafico, le combinazioni, i caratteri morettiani, la variabilità grafica.
  2. Formazione del carattere ed evoluzione della scrittura: innato e acquisito, i segnali d’allarme nelle grafie degli adolescenti.
  3. Le dinamiche psicologiche dei soggetti in età evolutiva in rapporto ai genitori nella scuola e nel gruppo.
  4. L’orientamento scolastico nell’ambito degli indirizzi di studio e in prospettiva professionale.

Testi di riferimento

  1. Moretti (1968), Facoltà intellettive e attitudini professionali della grafologia, Studio grafologico Fra Girolamo Ancona
  2. P.Cristofanelli (1994), Segni del vissuto. Meccanismi di difesa e richieste d’aiuto  nelle grafie di adolescenti, Libreria Moretti, Urbino

Altri Percorsi Formativi

© All rights reserved - A.S. e R.Graf - CF: 92140590289

SiteMap - Privacy- Progetto Web realizzato da:WEBsolving

Corsi piattaforma S.O.F.I.A.

BLOG

Storia della Grafologia

La Grafologia vanta una storia bicentenaria oramai. Pur esistendo moltissime scuole grafologiche, di fatto oggi i vari approcci confluiscono in tre principali indirizzi: l’indirizzo francese,

Leggi Tutto »

Le nostre sedi

Contattaci

Via S. Massimo, 25 Padova

4 Via Milano 58 Pescara

Inserisci i tuoi dati verrai ricontattato al più presto

ASERGRAF